La Regione promuova l’accordo con le farmacie territoriali, per definire tutti gli aspetti riguardanti i preparati magistrali a base di cannabinoidi per finalità terapeutiche: bisogna arrivare al più presto a una soluzione per estendere la rimborsabilità di questo genere di medicinali”. La consigliera regionale Simona Liguori (Cittadini) è intervenuta nel corso della seduta della III Commissione che ha visto la partecipazione di Massimo Tamburlini, primo firmatario della petizione riguardante il rimborso dei medicinali a base di cannabinoidi deve essere esteso anche all’olio di cannabis. “Il documento – fa sapere nella sua nota la Liguori – è stato sottoscritto da 3.384 cittadini e supportato da una serie di associazioni fra le quali Uildm Udine, associazione Tetra-Paraplegici Fvg, associazione Tutela diritti del malato, Banca del Tempo e Cfu-Italia sezione Fvg. La petizione punta all’estensione del rimborso, già previsto per i medicinali a base di cannabinoidi, anche all’olio di cannabis. A oggi, infatti, a essere rimborsate sono solo la forma farmaceutica in cartine per il decotto o la vaporizzazione, modalità che hanno una resa terapeutica minore di quella assicurata dall’olio, ritenuto migliore sia per la comodità dell’assunzione sia per la precisione del dosaggio”.
“Se dal punto di vista normativo il tema è disciplinato da una legge regionale del 2013, poi modificata nel 2016, anche tramite gli indirizzi applicativi sull’uso dei medicinali a base di cannabinoidi a carico del Sistema sanitario regionale – conclude la consigliera -, ora è importante che si superino gli ostacoli affinché i malati, anche in Fvg, non paghino queste terapie di tasca propria”
per leggere l’articolo cliccare sul seguente link
d.g.https://www.triesteallnews.it/2021/03/12/salute-liguori-citt-olio-di-cannabis-terapeutico-sia-gratuito/