E SE NESSUNO TI CREDESSE?

In Italia ci sono oltre 3 milioni di malati di Fibromialgia. Non hanno esenzioni, non hanno cure e non sono riconosciuti dallo Stato. Sono malati invisibili, anche se la Fibromialgia non lo è.

“AD MAIORA – Vittime di una malattia invisibile” è il documentario ufficiale del CFU-Italia che racconta la difficile vita di chi soffre di Fibromialgia e la nascita di quest’associazione grazie a chi non si è mai voluto arrendere nella battaglia per il riconoscimento.

LA BATTAGLIA DI UN GRUPPO DI DONNE CONTRO L’INDIFFERENZA

Il documentario racconta la nascita del CFU-Italia ODV fra le tante avversità, tramite interviste esclusive e materiale d’archivio selezionato.

Barbara Suzzi e Catia Bugli non si conoscevano e avevano vite separate: stilista l’una e dirigente d’azienda l’altra. Un giorno, entrambe hanno iniziato ad accusare sintomi debilitanti quali dolori fisici gravi, difficoltà a muoversi e perdita di memoria. Dopo una ricerca online hanno incontrato per la prima volta il termine “Fibromialgia”, una misteriosa malattia multiforme non riconosciuta dallo Stato. Da quel momento hanno iniziato la loro battaglia, prima conoscendosi online e poi dando vita al CFU-Italia (Comitato Fibromialgici Uniti). Hanno in seguito scoperto l’esistenza di oltre tre milioni di malati in Italia, decidendo di impegnarsi tutti i giorni per poter fare riconoscere questa terribile sindrome e riottenere la dignità troppo a lungo negata.

CLICCA QUI PER VEDERE IL DOCUMENTARIO!