Richiesta congiunta CFU-ITALIA e AISF ONLUS

per il riconoscimento della Sindrome Fibromialgica

In data 12 Ottobre tutta la documentazione corredata da un “CONSENSUS DOCUMENT” è stata inviata al Ministero e a tutte le cariche istituzionali competenti.
Referenti scientifici:
dott.ssa Giovanna Ballerini per CFU – Italia
prof. Piercarlo Sarzi Puttini per AISF ONLUS

 Il dado è tratto!

Quando c’è la volontà, le distanze si annullano e gli ostacoli si superano!

Siamo orgogliosi di annunciare che l’iter per la richiesta di riconoscimento della Fibromialgia è stato completato.
Successivamente all’incontro al Ministero della Salute del 3 agosto 2017, AISF ONLUS e CFU ITALIA hanno concretizzato e definito la documentazione scientifica già consegnata, aggiungendo ulteriore valenza grazie alla redazione di una Consensus Conference.
Il 3 agosto 2017 i rappresentanti delle due Associazioni, coadiuvate dagli On. Walter Rizzetto e Paola Boldrini, avevano ottenuto un’audizione congiunta al Ministero della Salute – Direzione della Programmazione Sanitaria – Dr. Andrea Urbani – (Presidente della Commissione Permanente per la Revisione dei LEA) per presentare ufficialmente una richiesta di inclusione della SFM tra le malattie con possibile diagnosi di cronicità e assegnazione di un codice di identificazione di patologia.
Il Dr. Urbani si era dichiarato soddisfatto della documentazione presentata, per la quale AISF ONLUS e CFU ITALIA hanno anche ottenuto un unico “CONSENSUS DOCUMENT” sottoscritto dalle Società Scientifiche di Reumatologia e di Algologia e dalle due Associazioni.

Il documento medico-scientifico di condivisione degli intenti è stato sottoscritto da:

Per le Società Scientifiche:

• SIR (Società Italiana di Reumatologia) – Presidente prof. Mauro Galeazzi
• AISD (Associazione Italiana per lo Studio del Dolore) – Presidente Prof. Stefano Coaccioli
• CReI (Collegio Reumatologi Italiani) – Presidente dr. Stefano Stisi

Per le associazioni di Pazienti

• AISF ONLUS (Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica) – Presidente prof. Piercarlo Sarzi Puttini
• CFU-Italia (Comitato Fibromialgici Uniti) – Presidente Barbara Suzzi

ALLEGATI
a) Documento ufficiale “La richiesta di inserimento nei LEA”
SINTESI
Si richiede:
• L’assegnazione alla sindrome fibromialgica di un codice identificativo di patologia
• L’inclusione della sindrome nell’elenco delle malattie croniche dei L.E.A. (Livelli
Essenziali di Assistenza) in corso di aggiornamento
• La possibile definizione di cronicità da parte dello specialista reumatologo/algologo
(riconfermabile dopo un periodo di 24 mesi), che comporti l’esenzione dal ticket per le
seguenti prestazioni di Classe A:
– n. 2 visite annue da specialista reumatologo/algologo
– n. 1 visita annua da specialista fisiatra
– n. 1 visita annua da specialista psicologo
– n. 1 visita annua da specialista nutrizionista
– n. 10 sedute annue di psicoterapia breve
– n. 10 sedute annue di rieducazione individuale
– n. 1 cicli annui di balneoterapia
– esami strumentali e di laboratorio da svolgersi una volta l’anno calendarizzati secondo la tabella

b) Lettera di accompagnamento indirizzata al dott. Andrea Urbani, Presidente della Commissione Permanente per la Revisione dei LEA

 

Scarica i PDF del Consensus Document al seguente link

link