In tutta Europa la fibromialgia, grave sindrome che causa dolore cronico severo, colpisce 14 milioni di persone. Ancora oggi non esistono esami clinici che riescano a diagnosticarla con chiarezza, né terapie risolutive. Le possibilità di prevenzione e cura sono un obiettivo per ora irraggiungibile.
In questo contesto la Fondazione Isal (Istituto per la Ricerca di Base e Clinica sul Dolore Cronico) ha intrapreso un percorso iniziato nel 2017 che ha portato nel 2019 a poter dire alla comunità scientifica di aver trovato il primo marker biologico per il dolore
per leggere tutto l’articolo cliccare il link: https://www.orticaweb.it/biomarcatore-per-la-fibromialgia/